Login

Nome utente:   Password:   Collegami in automatico ad ogni visita  
Oggi è 25 giugno 2018, 0:27
| Messaggi senza risposta | Argomenti attivi

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 
{ VISITS } Visite : 105  Favorites Favorites: 0  Followers Followers: 1 
Followers: Pere153
Autore Messaggio
Messaggio da leggereInviato: 5 giugno 2018, 12:50 
Non connesso

Iscritto il: 19 luglio 2013, 17:55
Messaggi: 9733
• LIEVITO MADRE IN ACQUA DI ROLANDO MORANDIN •






Immagine




• PERCHE’ IN ACQUA?
L’acqua è ossigenata, anche se poco e quindi aiuta molto lo sviluppo dei lieviti e batteri lattici.
La fermentazione che si ottiene con il lievito in acqua è aerobica e non anaerobica come per le altre fermentazioni.

• COME SI MANTIENE? FONDAMENTALE E’ FARE IL BAGNETTO AL LIEVITO MADRE!
Il bagnetto infatti serve ad abbassare la carica batterica e per togliere acidità.

• COME SI FA IL BAGNETTO?
Strizzare il lievito madre e metterlo a bagno in acqua a 38° addizionata di poco zucchero per circa 30 minuti.
I RINFRESCHI UTILIZZARE SEMPRE LA STESSA FARINA PER I RINFRESCHI DOSI PER IL RINFRESCO
strizzare e pesare il lievito madre. Ogni 100 g di lievito usare 100 g di farina Panettone e 35-40 g di acqua a 30°

• PROCEDIMENTO PER IL RINFRESCO:
mettere il lievito nell’impastatrice, aggiungere ¾ di acqua e far ossigenare con la foglia (si può anche usare direttamente il gancio) per qualche minuto.
Mettere il gancio e aggiungere altra acqua poca alla volta: l’impasto deve rimanere duro.
Mescolare ancora, ma non troppo per non scaldare troppo l’impasto (alla fine deve avere una temperatura al cuore di 28°).
Dare le pieghe con il mattarello, quindi: Mettere in acqua a 24°/26° e in stufa a 31° per 3 ore (deve duplicare il volume iniziale…1:3)
Procedere con un altro rinfresco (per pane, pizza e focacce) e con altri due rinfreschi per grandi lievitati (panettone, pandoro, fugazza)

• PER RINFORZARE IL LIEVITO MADRE:
se il lievito è debole è necessario rinforzare la carica batterica già presente. Più farina si aggiunge, più il lievito diventa debole.
Bisogna quindi togliergli farina per renderlo più forte. Lo si fa solamente se necessario, altrimenti si mantiene costante il rapporto 1/1.

• PER IL MANTENIMENTO:

Dopo il 2^ rinfresco, una parte del lievito servirà per panificare o per il 3º rinfresco
e una parte si rimette in acqua per il giorno dopo (mettere in acqua a 15° per tutta la notte)

• PER IL MANTENIMENTO IN FRIGO:
procedere come sopra, quindi mettere in acqua a 15°, lasciare che il lievito venga a galla e mettere in frigo

• SE IL LIEVITO DEVE RIMANERE IN FRIGO PER PIU’ DI UNA SETTIMANA:
Rinfrescare 1 a 2, cioè ogni 100 g di lievito, 200 g di farina Panettone e 80 g di acqua.


• QUANDO SI TOGLIE IL LIEVITO DAL FRIGO:

va mantenuto 1 giorno a temperatura ambiente, quindi si procede con il bagnetto e poi il/i rinfreschi,
Prima di impastare devono trascorrere 3-4 giorni in cui si farà un rinfresco al giorno

• IL CONTENITORE IN CUI VIENE MANTENUTO IL LIEVITO:

deve essere poco più grande del lievito, per evitare la dispersione del calore

• TEMPERATURA DELL’ACQUA DI AMMOLLO:
per il bagnetto 38°, per il mantenimento 24°, per il mantenimento notturno 15° (temperatura di rete)

• TEMPERATURA DELL’ACQUA DEL RINFRESCO: 30ºC

• PER CONGELARE IL LIEVITO MADRE:
Rinfrescare 1/1, immergerlo in acqua a 24° e lasciare che venga a galla. Metterlo in frigo in un contenitore di misura per una notte e poi passarlo in congelatore.

• PER SCONGELARE IL LIEVITO MADRE:

Passare in frigo fino a scongelamento, quindi toglierlo da frigo e lasciarlo a temperatura ambiente per un giorno. Procedere con i rinfreschi.



Fonte: La pasticceria per voi.


Share on FacebookShare on TwitterShare on TuentiShare on SonicoShare on FriendFeedShare on OrkutShare on DiggShare on MySpaceShare on DeliciousShare on TechnoratiShare on TumblrShare on Google+
Top
 Profilo  
 
Condividi questa discussione
Condividi su Facebook

Messaggio da leggereInviato: 5 giugno 2018, 12:51 
Non connesso

Iscritto il: 19 luglio 2013, 17:55
Messaggi: 9733
Ecco il mio :D felice
Appena rinfrescato.

Immagine


Top
 Profilo  
 
Messaggio da leggereInviato: 5 giugno 2018, 13:12 
Non connesso

Iscritto il: 19 luglio 2013, 17:55
Messaggi: 9733
Vabbè, è un metodo un pò faticoso ma io con il LM solido conservato a secco ho sempre avuto problemi di acidità,
quindi ho deciso (prima di abbandonare) adottare questo metodo... Domani si testa, spero risolvere i miei problemi.


Top
 Profilo  
 
Messaggio da leggereInviato: 5 giugno 2018, 14:06 
Non connesso

Iscritto il: 19 luglio 2013, 17:55
Messaggi: 9733
E' più comodo fare la pala con la croce sopra ma io preferisco fare questo tipo di piega a "libretto" perchè così tutta la pasta viene a contatto con l'acqua e riusciamo a toglire quasi tutta l'acidità del nostro LMS, invece con la solita palla pur facendo il bagnetto il centro rimane sempre più acido.


Top
 Profilo  
 
Messaggio da leggereInviato: 5 giugno 2018, 14:18 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 3 novembre 2013, 10:15
Messaggi: 3617
Bene Pere !! mi sembra un ottima scelta. Seguo con interesse...

_________________
Forno: FAL – Alfa Refrattari
Farina: Caputo Pizzeria – Mulino Marino - Mulino Petra
Pirometro: Laser infraroSSi con puntatore
Impastatrice : Clatronic


Top
 Profilo  
 
Messaggio da leggereInviato: 5 giugno 2018, 16:58 
Non connesso

Iscritto il: 22 luglio 2013, 15:57
Messaggi: 5583
Località: Manfredonia
Bravo il mio Don Pedro, sempre vigile ed attento ;festeggiare drink

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
Messaggio da leggereInviato: 5 giugno 2018, 23:52 
Non connesso

Iscritto il: 19 luglio 2013, 17:55
Messaggi: 9733
lorenzo ha scritto:
Bravo il mio Don Pedro, sempre vigile ed attento ;festeggiare drink


:)


Top
 Profilo  
 
Messaggio da leggereInviato: 5 giugno 2018, 23:53 
Non connesso

Iscritto il: 19 luglio 2013, 17:55
Messaggi: 9733
Eccolo qua dopo 3 ore a 26-30ºC

Immagine


Top
 Profilo  
 
Messaggio da leggereInviato: 6 giugno 2018, 9:26 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 3 novembre 2013, 10:15
Messaggi: 3617
che forza... bè , non male.

_________________
Forno: FAL – Alfa Refrattari
Farina: Caputo Pizzeria – Mulino Marino - Mulino Petra
Pirometro: Laser infraroSSi con puntatore
Impastatrice : Clatronic


Top
 Profilo  
 
Messaggio da leggereInviato: 6 giugno 2018, 13:03 
Non connesso

Iscritto il: 19 luglio 2013, 17:55
Messaggi: 9733
Sauzer ha scritto:
che forza... bè , non male.


Eh sì, è bello in forma. Questo LMS è adatto per fare i grandi lievitati, anche se per fare pane e pizza, basta fargli solo 2 rinfreschi.

Io ieri per fare 22 ore a TA 22-23ºC, ne ho utilizzato un 3% sulla farina... verdremo...


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 10 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  

FACEBOOK TWITTER Google+

Top
Top
 


Sito creato il 10 luglio 2013 - Statistiche attivate il 10 settembre 2013